Pentola a pressione

La magia della Pentola a pressione

Le nostre cucine , sono orami zeppe di elettrodomestici e aiuti di ogni tipo, la tecnologia domestica si è talmente evoluta, riuscendo a semplificare moltissime operazioni,aiutando milioni di casalinghe nella corsa alla preparazione della cena per una famiglia numerosa, insomma un prezioso aiuto. Forse, non tutti sanno che un grandissimo alleato delle nostre cuscino, e il primo esempio di cucina veloce fai da te arriva dall’invenzione della pentola a pressione, che ha un Astoria molto antica e di tutto rispetto alle spalle.

Si tratta di una pentola che riesce a cuocere il cibo molto velocemente, e che sfrutta il calore e la pressione che si genera al suo interno, si tratta di una delle pentole più antiche mai inventate, e la sua nascita si firma nel 600, alla fine, quando da una semplice macchina a vapore nacque la pentola a pressione che conosciamo noi oggi. Il primo vero esempio di pentola a pressione arriva gli inizi del 900, ideata da una società tedesca e poi perfezionata da una francese, e negli anni 50 comincio una vera e propria corsa alla pentola a pressione.
Da un punto di vista strettamente storico, la pentola a pressione ha avuto moltissima importanza, basti pensare che si tratta del primo esempio di macchina a vapore.

La pentola a pressione funziona in maniera molto semplice, quando l’acqua comincia a bollire dipende dalla pressione atmosferica nella quale si trova, quindi in montagna per esempio, l’acqua raggiunge il punto di ebollizione sotto i 100 gradi, al contrario che ci si trovi sul livello del mare, e in quel caso, l’acqua riesce a bollire sotto i 100 gradi. Tutto questo quindi dipende dalla pressione atmosferica, che esercita forza sull’acqua e la fa in alzare di temperatura, anche se il punto di ebollizione dipende dall’altitudine. Al contrario, utilizzando una pentola tradizionale, l’acqua raggiunge il suo punto di ebollizione, ma sarà difficile riuscire a mantenere questa temperatura all’interno della pentola, anche se utilizziamo un coperchio standard, perché il vapore tenderà a evaporare, e quindi la temperatura si abbasserà.

Tutto un altro discorso con la pentola pressione in accaio, perché è costituita da un coperchio creato apposta, che permette alla pentola di mantenere quella temperatura. Quindi il vapore viene automaticamente bloccato al suo interno, e in questo modo si può innalzare la temperatura di ebollizione, che in una pentola a pressione arriva tranquillamente a 120 gradi, tutto ciò risulta in un modo di cucinare più veloce e senza dover necessariamente controllare ogni minuto a che punto è la cottura dei cibi.

La valvola per la tua sicurezza

Unico punto da tenere in considerazione con queste pentole, il fatto che la pressione esercitata all’interno della pentole a pressione è molto forte, e la temperatura molto elevata, quindi potreste avere paura che esploda tutto, solitamente anche per il comune fischio che fanno queste pentole, ma non c’è da preoccuparsi, infatti sono musi te di comode valvole di sicurezza, che fanno uscire il vapore in eccesso, permetti di di aprirla in tutta sicurezza.