Internet e sicurezza

Internet e sicurezza

Si tratta di un problema molto corrente, se da una parte c’è la rincorsa all’informazione web, dall’altra forse ci si dimentica di essere tenuti sotto controllo in maniera perenne, molto diverso dal discorso di recarsi in libreria a fare le dovute ricerche, la rete è un mondo che da tempo fa discutere in termini di privacy, in maniera particolare se uniamo il problema della privacy alla possibilità utilizzare internet per identificare più facilmente coloro che compiono azioni illegali, di qualsiasi forma e natura. Tutti i Nostri indirizzi della rete sono registrati a nostro nome, con il nostro indirizzo, molte volte grazie solo agli indirizzi ip, i sabotatori della rete sono in grado di ottenere moltissime informazioni su di noi, riuscendo anche in alcuni casi ad accede alle informazioni sui nostri conti correnti e le nostre carte di credito, insomma come facciamo a sapere di poter navigare in maniera tranquilla?

La situazione si infittisce, quando andiamo a toccare un altro elemento delle prassi online, firmare i diritti per la privacy, accettare i termini, quante volte lo facciamo davvero e leggiamo tutte le postille dei termini? Diciamoci la verità, quasi mai, e questo per che molto spesso non è un operazione semplice o favorevole, al contrario, molto spesso di ci ritroviamo senza sapere quello che stiamo segnato come se lo avessimo letto davvero.La maggioranza dei siti è sotto controllo, ma il firmare i diritti sulla privacy dipende solo dall’individuo, nessuno obbliga, anche se non è sempre vero, molte volte per poter utilizzare un sito bisogna necessariamente rispettare i termini privacy, anche se si tratta della nostra privacy.

L’Italia non ha fatto dei grandi passi da gigante,more tutelare gli utenti, e bisogna sempre gente in considerazione, che quando si utilizza un portale o un motore di ricerca, la sua legislazione si rifà alla nazione dove è stato registrato, quindi prendendo come esempio Google, la sua legislazione appartiene agli Stati Uniti, essendo il motore di ricerca registrato proprio qui.

Non accettare i termini se…

Per riuscire a non farsi imbrogliare dalle pagine di termini d’uso, si potrebbe tranquillamente prendere tempo e leggere i punti fondamentali, cioè quelli sul TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI, si tratta della parte più importante, perché non vale la pena accettare senza sapere cosa si stia accettando. Tutto questo, cioè solo la lettura, potrebbe prevenire moltissimo il modo che abbiamo avuto di porci nei confronti delle clausole scritte in piccolo, che vale davvero la pena capire.

Da poco tempo, sono emersi degli scandali incredibili, a causa di informazioni della rete criptate, ma in ogni caso decifrate e rese pubbliche, molte notizie hanno fatto molto bene e altre molto male. Nel nostro paese sembra che stia aumentando una consapevolezza maggiore rispetto a questo problema, e noi saremo quelli che tra tutti utilizzano il famigerato sistema internet Tor, una vera svolta, che permette di fare ricerche nel più totale anonimato, ma anche in questo caso si tratta di una lama a doppio taglio, dipende chi e come la si usa.