lettore mp3 tanta memoria e tanta musica

Il lettore mp3 tanta memoria e tanta musica

L’avvento dei lettori MP3 ha completamente rivoluzionato il modo di concepire l’ascolto della musica, sembra quindi interessante poter tracciare una breve storia di come il modo di ascoltare la musica sia completamente cambiato negli ultimi 30 anni, in maniera particolare. Dipende da che età avrete, ma ma me quando ero piccolo mi capitava di vedere ragazzi per strada con stereo con casse, che poi si sono trasformati in audio cassette o audio cd portatili. Pur non essendo dispositivi particolarmente grandi, gli ultimi due appena citati, erano ben lontani da poter contenere tutta la musica che i loro futuri fratelli, i lettori Mp3, sarebbero riusciti a contenere.

Per prima cosa, si tratta di formati diversi di musica, quindi mentre in una cassetta ci stanno solo un massimo di 20 canzoni, con un lettore mp3 si parla di migliaia di canzoni, e tutte in formato ridotto, nel senso che la dimensione di questi lettore è di per se davvero molto contenuta, così come il loro peso. Quindi, i lettori mo3 hanno davvero stabilito la nascita di una nuova era musicale, tascabile e leggera, con la possibilità di ci etere al suo interno la tua libreraria musicali composta da migliaia di ritmi diversi. Non c’è da stupirsi quindi, che i lettori mp3 abbiano segnato la fine di un era, le musicassette, che fanno ormai parte della nostalgia del passato.

Si tratta in ogni caso di un passato prossimo e non remoto, in quanto la scalata al successo dei lettori mp3 è stata davvero significativa. Ad ogni ci sono modelli per esigenze diverse, per cui il miglior lettore mp3 si presta bene a severe due funzioni molto importanti, la prima e la possibilità di trasferire i brani da computer e l’altra di potere immagazzinare i dati, e questo permette di avere sempre con se documenti che possono interessare è tutto ciò che si vuole, con la possibilità di poterli stampare all’istante se si desidera. In commercio, esistono davvero moltissime versioni diverse, molto maneggevoli, comode e utili. Per quanto riguarda la parte della memoria, si tratta di una scelta dal carattere soggettivo, nel senso che si deve sapere cosa si sta cercando e tenere in considerazione il volume dei dati e dei brani che si vogliono immagazzinare all’interno del lettore mp3.

Unica osservazione, durante l’utilizzo, non disconnettere mai il lettore direttamente dal dispositivo, computer o stampante che sia, perché si rischia di danneggiare il contenuto dei dati inseriti al suo interno. Al contrario, premere il tasto apposito che rileva la presenza del lettore nel computer, ed effettuare la rimozione prima premendo quel tasto, e successivamente prelevandolo con la mano.

Quanti ce ne sono?

Esistono due tipi principali di lettori mp3, quelli con memoria integrata, oppure quelli che utilizzano un disco fisso., quindi godono di più memoria. Quelli a cui siamo abituati noi sono quelli con memoria integrata, perché solitamente utilizziamo gli mo3 solo per ascoltare musica. Negli ultimi modelli di cellulare, gli smartphone, hanno tutti applicazioni di mp3 già inserite al loro interno, e quindi permettono di immagazzinare migliaia di canzone nel cellulare.

Capelli perfetti con la piastra

Capelli perfetti con la piastra

Per riuscire ad avere dei capelli perfetti, non esiste niente di meglio che sistemarli con un buona piastra per capelli, che ti permette di cambiare acconciatura tutte le volte che desideri. I capelli sono diversi dal resto dei peli del nostro corpo, e non solo da un punto di vista estetico, ma anche strettamente strutturale e fisiologico, e nascono nel follicolo piliferi che termina con il bulbo, che contiene la papilla dermica, necessaria al capello per crescere in maniera sana.

Quindi i capelli, sono poi formati da tre strati: midollo, corteccia e cuticola, una differenza si nota con la struttura dei capelli dei neonati che sono privi di midollo centrale, che con il tempo si andrà a formare, prendendo la struttura dei capelli di un adulto. Di conseguenza un capello in buona salute risultata, forte, flessibile, resistente e senza doppie punte, e quindi se si vogliono utilizzare ferri, come la piastra, bisogna sapere come utilizzarla per evitare di recare ancora più danno al capello.

Prima dell’invenzione della piastra, da come la conosciamo noi oggi, abbiamo usato davvero di tutto, per riuscire ad ottenere acconciature in sistema, e andando a conoscere la sua storia c’è solo da stupirsi. Risale alla fine dell’800 con i primi tentativi di realizzare uno strumento per piastrare i capelli, e si trattava di bacchette riscaldate, che vennero presto sostituite con sostanze chimiche, che però rischiavano di danneggiare in maniera permanente la struttura del capello. Le cose cominciarono a prendere una forma più simile a quella della piastra, come la conosciamo noi oggi sono nel 900, e prima di allora ci fu chi utilizzo i primi ferri da stiro, con i quali ovviamente bisognava stare davvero molto attenti, data la loro grandezza.

Quindi la prima piastra creata era di metallo riscaldato, e oggi, ci sono alternative migliori per il tuo capello, ed esistono piastre di ceramica ed elettriche, che permettono di creare acconciature diverse. Le piastre moderne sono principalmente create con ceramica e si riscaldano in pochissimo tempo, raggiungono temperature molto alte, e hanno una forma tale, che permette di ottenere capelli lisci, mossi oppure riccioli. Si tratta di piastre che non recano così tanto danno al capello, e la ceramica tende ad offrire i migliori risultati, senza danneggiare troppo la struttura del capello. Ci sono moltissimi modelli in commercio, e variano anche di prezzo, e quindi stare attenti, perché la qualità del ferro può incidere sul risultato e sulla cura del capello.

Piastra si…ma non quotidianamente

Anche se le piastre moderne e di ultima generazione non recano così tanto danno al capello, sarebbe sempre meglio pensare di non utilizzare il ferro ogni giorno, perché anche la miglior scelta può causare danno. Bisogna, al contrario, dare un po’ di tempo ai capelli e lasciarli stare per un giorno almeno, perché in ogni caso la piastra a vapore funziona con temperature molto alte, e anche quella di migliore qualità se utilizzata in maniera intensiva può causare enormi danni.

genialita della moda

La genialità della moda

La nostra terra e famosa per molti motivi, dal cibo alla cultura, l’Italia è davvero ricca di moltissimi gioielli, e nel mondo la nostra fama è arrivata ovunque, e tra le prime arti per le quali siamo molto amati c’è l’alta moda. In Italia vantiamo nomi del calibro di Valentino, Armani, Prada, Versace, Gucci, Missoni, Ferragamo e moltissime altre, che ormai da decenni si impegnano per creare abiti davvero originali, sofisticati e di alta qualità. Un mitico esempio di come la moda possa effettivamente essere un esempio di creatività e genialità, un miscuglio molto potente che deriva dalla mente degli stilisti e dalla loro abilità di riprodurre le idee, con attenzione dei dettagli e la scelte di tessuti e accessori davvero molto particolari.

Un esempio tra tutti, Ferragamo, uno stilista alla quale è stata recentemente augurata una mostra, nella quale si espongono tutte le creazioni uniche e irripetibili di questa meravigliosa mente creativa. Una mostra, quindi, niente di meno che all’interno della meravigliosa accademia Brera, punto nevralgico delle menti più creative di tutto il mondo. Elogiata da studenti nazionali e internazionali, oltre che dalla critica, quindi un posto perfetto per ispirare le creazioni geniali di questo grandissimo stilista, che ha creato stili unici, aiutando il grande nome italiano a farsi avanti, tra gli altri grandi nomi della moda internazionale.

Le creazioni scelte sono tutte fatte a mano, con la scelta di accostamenti di tessuto e oggetti diversi, la scelta e la fusione dei colori, è la meticolosa preparazione nella loro creazione, hanno dato vita a questi incredibili capolavori della moda. La mostra è stata allestita in maniera tale da poter far rivivere altre creazioni, anche solo in fotografia, così il pubblico poteva meglio comprendere la totale genialità dello stilista Ferragamo. La scenografia era essenziale per far luce su tutte le opere create da Ferragamo, insieme a quelle più recenti, e altre che hanno fatto nascere una vera e provi a moda; la scelta dei cinquanta modelli è stata infine decisiva per l’impatto visivo delle opere di questo grande nome italiano. Il tutto a cura del direttore di Vogue Italia, Franca Sozzani, che si è premurata di preparare tutto nei minimi dettagli, facendo esporre gli abiti e le creazioni di Ferragamo, insieme ad altre collezioni maggiori presenti all’Accademia Brera.

Le grandi creazioni della sua storia

Ferragamo è caratterizzato dalla scelta dei materiali più diversi, per raggiungere la creazione desiderata, e nella mostra si trovano scarpe e vestiti creato con sughero, specchi, cellofan, e ancora gli intrecci più strani, che hanno contribuito a rendere questo nome così importante nel panorama della moda mondiale. E le notizie non finiscono qui, Vogue ha poi deciso di riprodurre, a quantità limitata, un paio di scarpe, chiamate Azzardata, caratterizzate da raso, perline e strass, quindi se le tasche lo permettono affrettatevi, si tratta di una disponibilità molto limitata.

Chip di cosa si tratta

Chip…di cosa si tratta?

La grande rivoluzione che ha avuto il mondo dell’elettronica in meno di 20 anni è strabiliante, si tratta del campo che è sicuramente riuscito a riscuotere molto più successo, garantendosi molti investimenti nella ricerca, finalizzati a migliorare il nostro modo di comunicare e di lavorare con il computer, e negli ultimi anni con avvento dei touch screen, siamo arrivati ad un altra frontiera. Se pensavate che fosse già stato tutto scoperto in materia di mini schede di memorie, vi sbagliate di grosso, ora, per chi conosce il campo elettronica, ha sicuramente sentito parlare di Rasperry Pi, un mini computer super economico che ha dato la possibilità a milioni di utenti di poter utilizzare un computer, e le notizie che stanno per arrivare hanno dell’incredibile.

Forse poche persone conoscono KickStarter, una piattaforma crowdfunding, che permette di pubblicizzare un progetto chiedendo fondi al fine di realizzarlo, grazie a questa iniziativa della rete i creatori di Chip, ila mini scheda super economica, ha ricevuto ben il triplo delle donazioni richieste, riuscendo a promuovere tutti gli upgrade che permette di integrare. Partiamo dal nome, Chip, al costo di soli nove dollari, davvero irrisorio, è in grado di funzionare come un computer, riuscendo a risolvere molte delle applicazioni di un normale computer; non tocchiamo tutte le specifiche tecniche della mini scheda, ma si tratta di un sistema abbastanza potente, con integrato Wi-Fi e Bluetooth, che permette di essere collegato ad un monitor o alla televisione grazie all’uscita predisposta, e facendo così, si ha un computer a soli nove dollari, un impresa davvero utile.

Ecco perché ha avuto una fortuna incredibile sulla piattaforma crowdfunzding, gli utenti avevano subito ben capito la sua grande utilità. Opera con un sistema open source di Linux, e permette di assolvere diverse funzioni, ma non finisce qui, con meno di 20 dollari si può acquistare una batteria per farlo funzionare a lungo e con meno di 50, una testiera con schermo incorporato, il tutto sarà molto probabilmente disponibile in meno di un anno, negli scaffali dei rivenditori di elettronica, e nel commercio online.

La nuova frontiera del Computer

Siamo ben lontani da quegli enormi scatoloni che ci permettevano di andare in internet e consultare la posta, i dispositivi sono sempre più piccoli e si appoggiano a moltissimi server diversi. Forse non esiste più la differenza tra computer migliore o peggiore, ma solo sul tipo di funzionalità unita al suo scopo, servono insomma apparecchi sempre più piccoli e poco ingombranti, ecco cosa stiamo cercando e cosa ci stanno portando.

Chip sembra essere il primo tentativo di mini computer, nel vero senso della parola, capace di operare come un computer, a quasi tutti gli effetti, con il grande vantaggio di essere disponibile a tutte le tasche, unisce quindi l’utile al dilettevole. Le piattaforme di crowdfunding, infine, si sono dimostrate perfette per aumentare la pubblicità della StartUp, e per riuscire ad ottenere fondi per la sua realizzazione, non ci resta che fare altro di andarlo a comprare e testarlo, appena arriva in commercio!