Capelli perfetti con la piastra

Capelli perfetti con la piastra

Per riuscire ad avere dei capelli perfetti, non esiste niente di meglio che sistemarli con un buona piastra per capelli, che ti permette di cambiare acconciatura tutte le volte che desideri. I capelli sono diversi dal resto dei peli del nostro corpo, e non solo da un punto di vista estetico, ma anche strettamente strutturale e fisiologico, e nascono nel follicolo piliferi che termina con il bulbo, che contiene la papilla dermica, necessaria al capello per crescere in maniera sana.

Quindi i capelli, sono poi formati da tre strati: midollo, corteccia e cuticola, una differenza si nota con la struttura dei capelli dei neonati che sono privi di midollo centrale, che con il tempo si andrà a formare, prendendo la struttura dei capelli di un adulto. Di conseguenza un capello in buona salute risultata, forte, flessibile, resistente e senza doppie punte, e quindi se si vogliono utilizzare ferri, come la piastra, bisogna sapere come utilizzarla per evitare di recare ancora più danno al capello.

Prima dell’invenzione della piastra, da come la conosciamo noi oggi, abbiamo usato davvero di tutto, per riuscire ad ottenere acconciature in sistema, e andando a conoscere la sua storia c’è solo da stupirsi. Risale alla fine dell’800 con i primi tentativi di realizzare uno strumento per piastrare i capelli, e si trattava di bacchette riscaldate, che vennero presto sostituite con sostanze chimiche, che però rischiavano di danneggiare in maniera permanente la struttura del capello. Le cose cominciarono a prendere una forma più simile a quella della piastra, come la conosciamo noi oggi sono nel 900, e prima di allora ci fu chi utilizzo i primi ferri da stiro, con i quali ovviamente bisognava stare davvero molto attenti, data la loro grandezza.

Quindi la prima piastra creata era di metallo riscaldato, e oggi, ci sono alternative migliori per il tuo capello, ed esistono piastre di ceramica ed elettriche, che permettono di creare acconciature diverse. Le piastre moderne sono principalmente create con ceramica e si riscaldano in pochissimo tempo, raggiungono temperature molto alte, e hanno una forma tale, che permette di ottenere capelli lisci, mossi oppure riccioli. Si tratta di piastre che non recano così tanto danno al capello, e la ceramica tende ad offrire i migliori risultati, senza danneggiare troppo la struttura del capello. Ci sono moltissimi modelli in commercio, e variano anche di prezzo, e quindi stare attenti, perché la qualità del ferro può incidere sul risultato e sulla cura del capello.

Piastra si…ma non quotidianamente

Anche se le piastre moderne e di ultima generazione non recano così tanto danno al capello, sarebbe sempre meglio pensare di non utilizzare il ferro ogni giorno, perché anche la miglior scelta può causare danno. Bisogna, al contrario, dare un po’ di tempo ai capelli e lasciarli stare per un giorno almeno, perché in ogni caso la piastra a vapore funziona con temperature molto alte, e anche quella di migliore qualità se utilizzata in maniera intensiva può causare enormi danni.